mostra del cinema

10 minuti di applausi per “Italy in a Day”

Postato il Aggiornato il

Il film Italy in a Day, diretto da Gabriele Salvatores, è stato presentato oggi in sala alla 71° mostra del Cinema di Venezia.

Il progetto è la versione italiana dell’iniziativa proposta da Ridley Scott quattro anni fa, “Life in a day”, con cui si racconta la vita della popolazione mondiale durante un solo giorno, il 24 luglio 2010. 

Ne avevamo già parlato qua; stavolta il progetto è tutto italiano e a dirigerlo è il regista premio Oscar di Mediterraneo, Gabriele Salvatores, autore di altrettanto famose pellicole come “Io non ho paura” ed “Educazione Siberiana”. É stato chiesto agli italiani di immortalare la loro vita durante una sola giornata, raccontando come fosse il 26 ottobre 2013, dal loro punto di vista, raccontando i sogni, i desideri e le paure. Oggi, da questo progetto che ha raccolto più di 44.000 video, è nato il film “Italy in a day. Un giorno da italiani” che è stato presentato questo pomeriggio alla 71° edizione della biennale di Venezia e che ha riscosso ben 10 minuti di applausi ininterrotti.

Un film collettivo, un racconto a migliaia di mani, un’esperienza di vita che permette di conoscere le difficoltà, le emozioni, le avventure del popolo italiano da quando suona la sveglia la mattina a quando si chiudono gli occhi per sognare. Una storia italiana raccontata dagli italiani.

L’immagine dell’Italia che mi hanno restituito questi 45.000 video è quella di un paese sofferente ma con dignità, speranzoso verso il futuro. C’è un senso di ‘tenerezza’ verso la vita, verso l’umanità, che ho trovato positivo per quanto mi riguarda“.

 

Martina

Fonte | Italy in a day | La biennale 

Annunci

La Toscana va alla Mostra del Cinema di Venezia

Postato il

69° Edizione quella che si tiene quest’anno a Venezia, una settimana quella dal 29 agosto all’8 settembre 2012, che offrirà storie d’arte cinematografica da tutto il mondo, film d’animazione, documentari e molto altro ancora. Come lo scorso anno anche questa edizione vede tra i vari film in concorso alcuni prodotti che per un motivo o per un altro sono legati alla regione Toscana; oggi è stata la volta della proiezione del film d’animazione “Pinocchio” di Enzo Dalò riproduzione più fedele della favola ideata da Carlo Collodi, rispetto a quella che conosciamo di Walt Disney. 78 minuti in cui spicca una colonna sonora degna di nota, realizzata da Lucio Dalla poco tempo prima della sua scomparsa, il cantautore ha contribuito anche al doppiaggio italiano di uno dei personaggi.

Altri titoli in concorso che non si possono trascurare sono:

– “Après Mai” realizzato dal famoso regista francese Olivier Assayas, il film girato in parte a Firenze, racconta la vita di alcuni adolescenti verso la fine degli  anni Settanta.

– “Acciaio” il film è tratto dall’omonimo romanzo di Silva Avallone ed è realizzato da Stefano Mordini, la vicenda si svolge a Lucca dove due amiche quindicenni Anna e Francesca vivono nella realtà operaia dettata dal colosso della Fabbrica Lucchini. Nel cast troviamo anche Vittoria Puccini e Michele Riondino.

– “Gli Intrepidi” e “Monicelli – La versione di Mario” due documentari, di Giovanni Cioni il primo è ispirato ai pirati di Salgari, mentre il secondo è un lavoro a più mani sulla vita del regista Viareggino scomparso ormai da quasi due anni (malato di cancro alla prostata, si è suicidato il 29 novembre 2010 gettandosi dal quinto piano dell’Ospedale San Giovanni a Roma).

– “La Città Ideale” (secondo me tocca un argomento attualissimo, l’impegno e la convinzione di adottare una vita basata sull’ecologia) racconta la storia di Michele palermitano fuggito in Toscana, è Siena la città ideale che si cela dietro al titolo, che cerca di vivere una vita il più ecologica possibile senza l’utilizzo di energia elettrica o acqua corrente. Queste sue ferme convinzioni vacilleranno quando in una notte piovosa al protagonista capitano degli strani eventi. Prima lavoro come regista di Luigi Lo Cascio che contemporaneamente interpreta la parte dell’attore protagonista.

Se vi interessano anche altri film e siete curiosi, cliccando QUI potete sbirciare nel calendario delle proiezioni della mostra!

A presto!

Martina

Fonte | Corriere.itBiennale di Venezia