Eventi Speciali

Julia Roberts e il nuovo spot Calzedonia

Postato il Aggiornato il

Calzedonia lancia il suo nuovo spot e fa centro.

Stavolta quel sorriso perfetto fa “solo” da co-protagonista. L’inquadratura, infatti, rincorre costantemente le gambe.
Julia Roberts è una donna normale e viaggia da sola.

Prima la Scozia, poi Parigi e infine Firenze. Un percorso che la rende unica e autentica, passo dopo passo.

 

“Life is a journey, to enjoy at every step”.

M.

Credits: Calzedonia | Website

Annunci

10 minuti di applausi per “Italy in a Day”

Postato il Aggiornato il

Il film Italy in a Day, diretto da Gabriele Salvatores, è stato presentato oggi in sala alla 71° mostra del Cinema di Venezia.

Il progetto è la versione italiana dell’iniziativa proposta da Ridley Scott quattro anni fa, “Life in a day”, con cui si racconta la vita della popolazione mondiale durante un solo giorno, il 24 luglio 2010. 

Ne avevamo già parlato qua; stavolta il progetto è tutto italiano e a dirigerlo è il regista premio Oscar di Mediterraneo, Gabriele Salvatores, autore di altrettanto famose pellicole come “Io non ho paura” ed “Educazione Siberiana”. É stato chiesto agli italiani di immortalare la loro vita durante una sola giornata, raccontando come fosse il 26 ottobre 2013, dal loro punto di vista, raccontando i sogni, i desideri e le paure. Oggi, da questo progetto che ha raccolto più di 44.000 video, è nato il film “Italy in a day. Un giorno da italiani” che è stato presentato questo pomeriggio alla 71° edizione della biennale di Venezia e che ha riscosso ben 10 minuti di applausi ininterrotti.

Un film collettivo, un racconto a migliaia di mani, un’esperienza di vita che permette di conoscere le difficoltà, le emozioni, le avventure del popolo italiano da quando suona la sveglia la mattina a quando si chiudono gli occhi per sognare. Una storia italiana raccontata dagli italiani.

L’immagine dell’Italia che mi hanno restituito questi 45.000 video è quella di un paese sofferente ma con dignità, speranzoso verso il futuro. C’è un senso di ‘tenerezza’ verso la vita, verso l’umanità, che ho trovato positivo per quanto mi riguarda“.

 

Martina

Fonte | Italy in a day | La biennale 

I grandi classici restaurati al Cinema Odeon di Firenze

Postato il Aggiornato il

Cinema Visionaries

Arriva al Cinema Odeon di Firenze la rassegna Cinema Visionaries, presentata da Gucci Museo e The Film Foundation di Martin Scorsese, in collaborazione con Fondazione Sistema Toscana.
Ogni mercoledì, dal 22 gennaio al 19 marzo, “Cinema Visionaries” presenterà a Firenze otto pellicole restaurate.
Si tratta di alcuni dei più importanti capolavori della storia del cinema restaurati nel loro splendore originale.

A presentare i film sarà la giornalista e scrittrice, Presidente del Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (Sngci) Laura Delli Colli, accompagnata ogni volta da ospiti di fama internazionale.

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

CALENDARIO

mercoledì 22 gennaio
UNA MOGLIE
(1974, di John Cassavetes)

mercoledì 29 gennaio
IL CASO MATTEI
(1972, di Francesco Rosi)

mercoledì 5 febbraio
LA DOLCE VITA
(1960, di Federico Fellini)

mercoledì 12 febbraio
SENSO
(1950, di Luchino Visconti)

mercoledì 19 febbraio
LE AMICHE
(1955, di Michelangelo Antonioni)

mercoledì 26 febbraio
IL GATTOPARDO
(1963, di Luchino Visconti)

mercoledì 12 marzo
GIOVENTU’ BRUCIATA
(1955, di Nicholas Ray)

mercoledì 19 marzo
C’ERA UNA VOLTA IN AMERICA
(1984, di Sergio Leone)

Cinema Odeon – Piazza Strozzi, 2 50123, 50123 Firenze
https://www.facebook.com/events/236475379867800/

Martina

Le foto dal set del nuovo film di Pieraccioni

Postato il Aggiornato il

Domani a Arezzo viene inaugurata la mostra del fotografo Leonardo Baldini che si è occupato di raccontare in fotografia il nuovo film di Leonardo Pieaccioni “Un fantastico via vai”.
La sera, sempre ad Arezzo, l’attore e regista sarà presente all’anteprima del film al cinema.

20131211-133116.jpg

SOLO ANNA, Lidia Vitale porta in scena Anna Magnani

Postato il

Si terrà a Firenze, sabato 7 e domenica 8 dicembre, alle ore 21:00 presso la Chiesa di Sant’Onofrio (via Faenza, 48), “SOLO ANNA”.
Si tratta di un monologo di 50 minuti in atto unico sulla vita di Anna Magnani, lo spettacolo è interpretato da Lidia Vitale (www.lidiavitale.com) e diretto da Eva Minemar.

Anna MagnaniAl termine dello spettacolo la prestigiosa cantina Ruffino offrirà una degustazione di vini – un Chianti docg ed un Chianti classico riserva docg – e di olio nuovo.
Rappresentato per la prima volta all’Istituto Italiano di Cultura di Los Angeles nel marzo 2012, lo spettacolo ha già fatto tappa a Milano, a Roma, sul palco della seconda edizione del San Marino Film Festival e a Civitavecchia e sarà a Pescara il prossimo 13 dicembre.

Lidia Vitale è Anna Magnani: in italiano ed inglese, senza un palcoscenico, interagendo tanto con lo spazio che con gli spettatori, dona corpo ed essenza ad undici momenti significativi, altrettanti colloqui ideali, componendo un ritratto pubblico e privato dell’icona del cinema neorealista italiano. Il testo rivela i tratti più intimi e affascinanti non solo della sua vita, tumultuosa dentro e fuori la scena, ma anche della sua straordinaria carriera di artista riconosciuta a livello internazionale (è stata la prima attrice non americana a vincere un Premio Oscar). L’autore, in questo nuovo lavoro esplora gli aspetti drammatici, divertenti e allo stesso tempo toccanti della donna e dell’artista: dal fallimento del primo matrimonio con Alessandrini, alla sua storia con Massimo Serato da cui ha avuto il suo unico e amatissimo figlio, al grande amore con Roberto Rossellini con cui ha condiviso vita e arte. Anna Magnani, vissuta a cavallo tra gli anni Trenta e Settanta, ha combattuto per tutta la vita: per ottenere gli stessi diritti lavorativi degli uomini, per imporre un’immagine di donna diversa, per ottenere la patria potestà del figlio, Luca; ma soprattutto ha combattuto per restare fedele a se stessa e alla propria arte, in cui l’attrice-Magnani non può prescindere dalla donna-Anna.

Per maggiori informazioni:
http://www.lidiavitale.com

Per prenotazioni spettacolo Firenze:
giusimilitano@gmail.com
tel. 055/2670615

Costo dell’evento:
€ 20,00 (compresa degustazione di vini)
Ingresso solo su prenotazione

Ufficio stampa Lidia Vitale:
Carlo Dutto
carlodutto@hotmail.it
cell. 3480646089

Italy in a DAY

Postato il Aggiornato il

Ricorda vagamente, anzi esattamente, il progetto di tre anni fa “Life in a day” in cui si chiedeva alla popolazione MONDIALE di filmare un giorno (24 luglio 2010) della loro vita e di caricarlo su un canale dedicato Youtube col quale il regista Kevin Macdonald e il produttore esecutivo Ridley Scott avrebbero poi montato un film della durata di 90 minuti.

Italy in a dayEcco che la storia si ripete e stavolta è l’Italia la protagonista, Italy in a day si propone come primo film collettivo girato della popolazione italiana. Il giorno prescelto è il 26 ottobre 2013. In questa data, chiunque di voi potrà girare un filmato che contribuisca a raccontare il nostro paese attraverso la vostra giornata, un vostro ricordo, la vostra visione personale.
Vi sarà bellezza, non mancheranno le differenze, faranno da padrone le testimonianze, per raccontare il nostro paese, l’Italia.

La regia e il montaggio saranno affidati a niente pò pò di meno che al premio Oscar Gabriele Salvatores.
Sarà prodotto da Indiana Production e Rai Cinema, uscirà come evento nelle sale cinematografiche e andrà in seguito in onda sulle reti Rai.

La promozione dell’evento è affidata a noti volti della tv che in numerosi spot pubblicitari (magari li avete già viati passare in tv) chiederanno agli italiani di filmare con qualsiasi apparecchio elettronico a vostra disposizione un episodio della vostra giornata, anche semplice o banale che sia. in seguito di caricarlo sulla piattaforma Rai http://www.italyinaday.rai.it.

Leggi il seguito di questo post »

Dan Brown e il suo Inferno, presto sarà un film.

Postato il Aggiornato il

Inferno Dan BrownDopo l’uscita mondiale del suo ultimo lavoro “Inferno“, Dan Brown ha fatto oggi la sua prima uscita ufficiale in Europa; lo scrittore si è recato a Firenze dove Palazzo Vecchio l’ha accolto per una conferenza stampa attesissima da molti, giornalisti e appassionati.
Durante la conferenza si è parlato del libro e della nuova avventura che dovrà affrontare stavolta il protagonista Robert Langdon: nella culla rinascimentale il professore universitario esperto di simbologia religiosa si sveglia di soprassalto ritrovandosi all’interno di un ospedale, non ha ricordo ma l’unica cosa che sa è che sta fuggendo da qualcuno, così cerca le risposte alle sue domande tra i simboli nascosti all’interno della Divina Commedia e tra i palazzi storici fiorentini…cosa scoprirà?
Altri argomenti affrontati durante la conferenza stampa sono i dati delle vendite, uscito solo lo scorso 14 maggio, Inferno è stato pubblicato da Mondadori con una tiratura d’eccezione di 600 mila copie, adesso siamo già alla seconda ristampa in quanto in Italia sono già state vendute 800 mila copie, mentre nel mondo le vendite sono salite a 9 milioni.

dan brownMa arriviamo al punto saliente, motivo per cui scrivo su questo blog quella che per ora è solo una storia su carta, per ora! Come molti di voi sapranno fino ad ora i romanzi di Dan Brown hanno sempre riscosso un enorme successo che ha ogni volta portato alla realizzazione di un film; se così è, allora “Inferno” ha debuttato alla grande conquistando immediatamente il pubblico. Proprio lo stesso Brown ha dichiarato che si prevede la realizzazione di un film, ovviamente ambientato e girato a Firenze la cui trasposizione cinematografica sarà affidata a Sony Pictures: “Lascio l’onore alla Sony pictures di annunciare la trasposizione cinematografica del mio libro, sono davvero entusiasti di fare il film, e se la città di Firenze ci vorrà, a breve, in giro per la città, ci saranno un sacco di star e telecamere. Nulla di nuovo per voi immagino…” E lo scrittore non si scorda di nominare il dantista Roberto Benigni “Sarebbe per me un grande onore se Benigni recitasse nel film, è un artista che stimo moltissimo”.

Leggi il seguito di questo post »