La ragazza afgana – Workshop con Steve McCurry

Postato il Aggiornato il

Nato a Philadelphia nel 1950, fotografo e fotoreporter statunitense, Steve McCurry raggiunge la notorietà per la fotografia che scattò nel 1984 nel campo profughi di Peshawar in Pakistan. Lo scatto ritrae Sharbat Gula, una ragazza dodicenne dagli occhi di ghiaccio che in quel primo piano divennero simbolo dei conflitti afgani degli anni ottanta, tanto che nel 1985 la rivista del National Geographic gli dedicò la copertina del numero di giugno.

Gli scorsi 11, 12 e 13 luglio, McCuryy ha tenuto un workshop di fotografia all’interno dell’ultima edizione del Toscana Foto Festival 2011 svoltosi a Massa Marittima; un lavoro che si è basato sullo scopo di migliorare l’occhio sia artistico che critico per la fotografia e di offrire ai partecipanti nuove opportunità. Lavorando al fianco di McCurry, l’obiettivo è stato quello di ottenere dei feedback attraverso lavori di gruppo che suscitassero delle critiche costruttive, chiavi fondamentali per il continuo apprendimento e per un processo di sviluppo che in una professione come quella del fotografo sono aspetti da non trascurare.

Sempre all’interno del Festival sono stati proposti i lavori di McCurry, un’esposizione di venti stampe di grande formato e di dieci di piccolo formato all’interno del Palazzo dell’Abbondanza: “L’istante rubato” mostra con evidenza le caratteristiche del suo lavoro, la bellezza dell’ordinario, momenti fugaci, istanti di vita quotidiana di uomini e donne anonimi con tocchi di colori vividi. Dalle parole dello stesso autore : “La maggior parte delle mie immagini si fondano sulle persone. Cerco il momento indifeso, l’anima più genuina che si affaccia, l’esperienza impressa sul volto. Cerco di trasmettere ciò che quella persona puo’ essere, una persona sensibile in un contesto più ampio, che potremmo chiamare condizione umana”.

Una curiosità, nel gennaio 2002 McCurry e National Geographic hanno organizzato una spedizione per scoprire se la ragazza era ancora viva; Sharbat Gula è stata ritrovata dopo alcuni mesi di ricerche e McCurry ha potuto così fotografarla nuovamente, a distanza di 17 anni. Per vedere gli scatti clicca QUI.

Inutile consigliarvi di sbirciare nel sito ufficiale di Steve McCurry…contiene dei capolavori!

Martina

Advertisements

2 pensieri riguardo “La ragazza afgana – Workshop con Steve McCurry

    neysi85 ha detto:
    25 luglio 2011 alle 15:29

    Davvero dei capolavori!

    traslochi ha detto:
    4 agosto 2011 alle 15:20

    che peccato aver perso questa occasione. Mi rifarò guardando le foto sul suo sito…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...