Nel mulino che vorrei

Postato il Aggiornato il

Ci siamo cresciuti. Ne siamo stati affascinati. Ne abbiamo preso esempio.
Lo abbiamo criticato per averci mostrato una visione della realtà troppo forzata quanto finta ma allo stesso tempo milioni di famiglie ci si sono rispecchiate. Così tanti tipi di prodotti da avere l’imbarazzo della scelta, trovarsi minuto dopo minuto davanti allo scaffale del supermercato senza decidere quale prendere…

Tra i tanti spot pubblicitari proposti, vorrei porre l’attenzione su di uno soltanto. E’ il 1994 e giovani ragazzi sfrecciano per la città in sella alle loro biciclette, i campi son pieni di papaveri, e l’aria è calda proprio come nelle giornate di primavera quando il sole batte ma non troppo forte, un cielo luminoso. Un plumcake per dare avvio ad un sorriso.

Una Firenze vecchia ma non troppo, le strade e le piazze sostituite da verdi campi, la cattedrale di Santa Maria del Fiore pulita e libera dalle impalcature per il restauro. Un’aria dolce, fresca e romantica.

Lo spot, realizzato dall’agenzia Armando Testa (quella che ha gestito la comunicazione del Mulino Bianco fino al 2004), è frutto di svariati cervelli che non hanno lavorato ben poco per la sua realizzazione come si intuisce dalle parole di Franco Carrer, responsabile creativo della campagna: “Quello che accadde sul set fu merito di Gianni Quaranta, premio Oscar per la scenografia del film “Camera con vista”. Curò la ristrutturazione del Mulino, ottenendo un luogo magico, un ambiente straordinario. Gli spot che vi girammo furono il frutto dell’impegno di un gruppo di professionisti di grande levatura “.

Il mulino della pubblicità esiste realmente, si trova a Chiusdino in provincia di Siena e neanche a dirlo, dopo la realizzazione della pubblicità è diventato luogo di pellegrinaggio mass-mediologico.
Girato dal regista indiano Singh Tarsem, lo spot vuole comunicare al pubblico che è possibile gustare la natura anche nelle grandi città. “Abbiamo voluto raccontare una fiaba ( spiega Marco Testa, presidente dell’omonima Agenzia ), un sogno. Una città immaginaria che non esiste, ma che nello spot sembra esistere davvero. Il messaggio che ci premeva dare, dopo anni di immagini legate alla campagna, è che perfino chi vive in città può regalarsi un piccolo momento di natura mangiando sano“.

Insomma, una sicurezza che ormai accompagna le nostre tavole da più di quarant’anni e che allo stesso tempo si rinnova ogni giorno; proprio dovuta alle ultime modifiche apportate alle confezioni di biscotti (che vedono l’iniziale del nome del prodotto stampata in caratteri cubitali -> QUI), è partita dal basso un’azione di Viral Marketing, inaspettata dall’azienda stessa, che ha fatto divertire grandi e piccini nel formare delle parole o frasi di senso compiuto posizionando i sacchetti di biscotti sugli scaffali.

Ecco un esempio:

 Se volete sbizzarrirvi nel creare qualche simpatica combinazione potete utilizzare questo generatore cliccando QUI.

Buon divertimento!

Martina

Annunci

4 pensieri riguardo “Nel mulino che vorrei

    Marty ha detto:
    31 maggio 2011 alle 22:30

    Devo confidarti che io il Mulino (quello vero) l’ho visto :) Ero abbastanza piccola da rimanere delusa dal fatto che fosse meno familiare e invitante rispetto alla pubblicità!

      Martina ha risposto:
      1 giugno 2011 alle 16:28

      Forse ne rimarrei delusa anche io, vedendolo adesso! :P

    Ladyesman7it(FedeCato) ha detto:
    8 giugno 2011 alle 10:23

    Comunque io rimango del parere che ok bello e tutto quanto, ma le merendine in pubblicità sembrano grandi poi le vai a comprare e sono minuscole! :D Come anche per la concorrenza eh… fan passar la fame :D

      Martina ha risposto:
      8 giugno 2011 alle 15:54

      Non eccessivamente dai…comunque agli occhi si presentano bene secondo me, insomma la voglia di mangiarle ti viene!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...