Jersey Shore, i tamarri a Firenze.

Postato il Aggiornato il

Il reality nasce nel 2009 su Mtv. Arrivato alla sua terza stagione, Jersey Shore punta l’occhio sulle vite di otto ragazzi italo-americani riprendendoli durante tutto il corso della giornata. Deena, Vinny, Sammi, Ronnie, Paul, Nicole, Mike e Jenni. Sono proprio loro, quelli soprannominati “guidos” e “guidettes” per il loro modo di fare eccentrico ed il loro abbigliamento appariscente. Da vero tamarro. Le prime due serie si sono svolte nella regione del Jersey Shore mentre la terza (già andata in onda negli USA ma trasmessa in questi giorni in Italia) ha avuto luogo in Florida, a Miami Beach.

Da circa una settimana sono in corso le riprese della quarta stagione e udite udite? Si sta svolgendo nel capoluogo toscano! Avete capito bene, è proprio la città di Firenze che sta ospitando dallo scorso venerdì gli allegri tamarri. Convivono insieme in un appartamento in pieno centro storico del quale, per via dell’affluenza dei molti fan (per lo più americani), se ne è scoperta subito l’ubicazione. A turno i membri dello staff fanno la guardia al grande portone in legno di Via de’ Vecchietti, controllati a distanza da pattuglie della polizia municipale, i ragazzi di Jersey Shore stanno trascorrendo i loro primi giorni nella bella città rinascimentale e al mattino, appena svegli, (quindi più o meno verso mezzogiorno) può capitare di vederli affacciati alle finestre del palazzo (ho assistito di persona) mentre scrutano i passanti e salutano saltuariamente qualche ragazzo che li chiama dalla strada.

Se vi state chiedendo come se la stanno passando, la risposta è non troppo bene. La città di Firenze dopo vari tira e molla per quanto riguarda gli aspetti organizzativi ha accettato di ospitarli; il prezzo da pagare, però ,non è stato basso: inizialmente il loro arrivo era stato posticipato per via della presenza del presidente Napolitano a Firenze durante i giorni in cui si sarebbe svolto il Festival d’Europa, dopodichè gli otto ragazzi si sono visti chiudere le porte in faccia dai principali musei della città come gli Uffizi, il Corridoio vasariano, San Marco, Boboli, il Bargello, Palazzo Pitti, le Cappelle Medicee e Orsanmichele; la motivazione è che il reality non è compatibile con la destinazione culturale dei musei fiorentini. In poche parole Jersey Shore non è stato ritenuto adeguato. Per tutelare la città ospitante e per assicurarsi che non ne sia trasmesso uno stile di vita sbagliato e non corrispondente alla realtà, durante le riprese dovranno essere rispettate alcune regole: 1. Escludere dalle riprese club, bar e luoghi d’incontro che promuovono lo sconsiderato consumo di alcolici. 2. Non riprendere ragazzi che bevono in pubblico. I ragazzi di «Jersey Shore» verranno filmati mentre girano la città senza alcolici in mano. 3. Non promuovere Firenze come drinking town. 4. Promuovere l’interazione tra i protagonisti e una città mai conosciuta prima. 5. Far emergere lo stile di vita degli italiani (non degli americani in Italia), la nostra cultura e il buon cibo. ( Beppe Severgnini dal Corriere Fiorentino. )

Nonostante l’impegno delle soprintendenze nel tutelare l’immagine della città all’estero, quasi tutti i bar, ristoranti, discoteche e pub hanno già firmato la liberatoria con la quale si chiede di poter filmare in libertà e ottenere così i diritti per trasmettere le scene in tv. Non è un buon inizio per i concorrenti del programma che intanto stanno già lasciando impronte del loro passaggio in città, sono già a quota tre le multe che sono riusciti a prendere a bordo di una Multipla, passando col rosso e sostando in zona pedonale; e ancora c’è chi (per non fare nomi, Mike), dopo aver passato una serata al Twice in Via Verdi, è stato pizzicato in Piazza Duomo in compagnia di una ragazza bionda ancora sconosciuta. ( Per vedere la foto clicca QUI )

Chissà quali altri danni combineranno? Ma poi, siamo sicuri che siano così mal visti dai fiorentini? Se non altro la mia/nostra/vostra città toscana sarà sui televisori di tutta America ( e non solo ) e noi avremo la possibilità di vedere la quarta stagione alla fine del 2011.

Mi raccomando, occhio a quegli otto…

Martina

Annunci

4 pensieri riguardo “Jersey Shore, i tamarri a Firenze.

    Marty ha detto:
    19 maggio 2011 alle 09:24

    Mi è capitato di andare in centro proprio l’altra sera e mi sono accorta che comincia ad essere popolato da strani tamarri che devono essere proprio loro sostenitori. Questo vuol dire un po’ di turismo in più che alla fine non guasta!
    Può anche capitare di vedere fotografi e guardie del corpo appostati fuori da un locale che molto probabilmente sono lì per loro. E’ una novità, quindi bisogna aspettare per capire se porterà benefici oppure no!

      martimacetta ha risposto:
      19 maggio 2011 alle 18:19

      Sicuramente sono situazioni curiose che a Firenze non capitano spesso, nel senso che non è la solita festa privata organizzata da marchi di abbigliamento o fiere che comunque attirano molti partecipanti. Come hai detto tu è una novità, speriamo solo che non venga in qualche modo sciupata l’immagine di Firenze ;)

    Tommaso ha detto:
    19 maggio 2011 alle 10:30

    Ho letto che oggi arriva anche Simona Ventura per intervistarli…
    Cmq hanno fatto tanto (?!) per averli e poi l’amministrazione & co fa un monte di casini. Che si decidano!!!
    Il fatto che tutte le altre città a cui era stato proposto abbiano rifiutato sicuramente fa pensare… una città come Firenze che ospita una tamarrata del genere non è sicuramente il massimo.

    Chissà che verrà fuori da qui a quando finiranno di girare la serie…

      martimacetta ha risposto:
      19 maggio 2011 alle 18:28

      Forse le altre città, analizzando i pro e i contro, hanno visto prevalere quelle che potrebbero essere state le situazioni “negative”, qualche scompiglio, problemi con le autorità ecc…
      Credo che Soprintendenza di Firenze abbia accettato pensando proprio a tutto ciò che di buono (turismo, visibilità) questo reality possa portare; certo è che non avrebbero potuto lasciarli andare così allo sbaraglio senza neanche qualche proibizione. Ma le mie sono tutte supposizioni!
      Vedremo cosa combineranno nei prossimi giorni! (Speriamo non guai…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...